Blog

Decreto riscossione: notifiche via Pec per tutti i contribuenti
Il decreto riscossione ha stabilito che tutti i titolari di un indirizzo Pec (Posta elettronica certificata) potranno ricevere sulla propria casella di posta elettronica le notifiche delle cartelle esattoriali di Equitalia. Se non hai ancora un indirizzo di Posta elettronica certificata, ma vuoi fruire di questa nuova opportunità, con il TuoSpazioWeb potrai ottenere in pochi click un indirizzo Pec personalizzato (info@pec.dominio.it), ovvero associato al nome dominio precedentemente registrato presso il nostro Web Hosting.
posta elettronica

L’articolo 14 del decreto legislativo 24 settembre 2015 n. 159, che mira alla semplificazione delle norme inerenti la riscossione tributaria, estende le notifiche delle cartelle esattoriali via Pec da parte di Equitalia a tutti i contribuenti. Si intende, in altri termini, consolidare e diffondere l’utilizzo della posta certificata allo scopo di ridurre in maniera significativa sia i tempi di notifica che i costi amministrativi. Ricordiamo a tal proposito che nel 2013 ebbe inizio, in alcune regioni italiane, una prima sperimentazione di inoltro notifiche esattoriali tramite Pec nei confronti di tutti quei soggetti obbligatoriamente titolari di un indirizzo Pec (professionisti, imprese, ecc.)

Il grosso beneficio di cui potrà fruire Equitalia utilizzando la Posta elettronica certificata  deriva dal fatto che i contribuenti non potranno più presentare ricorso per vizi riconducibili alla tempistica e alla modalità di notifica delle cartelle esattoriali. D’altra parte è bene specificare che la cartella esattoriale di Equitalia si considera ricevuta nel momento in cui arriva nella casella di posta del destinatario e non quando quest’ultimo la legge. Vale a dire che è a partire dalla data di ricezione e non di lettura, che scattano i termini per un eventuale contenzioso. I titolari di una Pec, pertanto, dovranno abituarsi a leggere i messaggi in entrata quotidianamente, al fine di non ritrovare spiacevoli sorprese nella posta in arrivo.

Pec: di cosa si tratta e come funziona

La Pec è un sistema di trasporto di documenti in formato elettronico, che hanno il medesimo valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento, come stabilito dalla legge 16/2003. Il gestore del servizio, infatti, rilascia al soggetto trasmittente una ricevuta dell’avvenuta spedizione e, contestualmente, il gestore della casella Pec del ricevente inoltra al mittente una notifica di avvenuta consegna. Tali ricevute, lo ricordiamo, sono corredate da specifici riferimenti temporali, e, qualora venissero smarrite dal mittente, possono essere riprodotte, entro un massimo di 30 giorni, dal gestore della casella Pec.   Affinché il documento spedito abbia valore legale è necessario che sia il mittente che il destinatario siano titolari di una casella Pec.

La Pec si usa come qualsiasi altro sistema di posta elettronica, ma a differenza di quest’ultimo è provvista di un protocollo di sicurezza in grado di garantire che il contenuto del messaggio non venga alterato.

La tua Pec con IlTuoSpazioWeb

Se hai un sito web ospitato presso IlTuoSpazioWeb potrai creare un dominio di terzo livello e, in seguito, certificarlo. A questo nuovo dominio sarà possibile poi associare un indirizzo di posta elettronica certificata.

Esempio:

dominio registrato presso IlTuoSpazioWeb: panificiociccio.it

dominio di terzo livello: pec.panificiociccio.it

pec associata al dominio di terzo livello: info@pec.panificiociccio.it

Ricordiamo, infine, che i costi per ottenere il dominio certificato e la casella Pec, sono i medesimi riportati al seguente link http://www.postaelettronicacertificata.eu/

I commenti sono chiusi.

Top