Blog

I plugin, ovvero le estensioni che ampliano le funzioni originarie del vostro WordPress, possono anche contribuire a migliorare il posizionamento del sito web nei motori di ricerca e a renderlo più performante.

IlTuoSpazioWeb ha messo a punto per voi una guida che vi aiuti a selezionare i migliori plugin presenti sul mercato.

Scopriamo di seguito quali sono e perché vale la pena installarli sul proprio CMS.

I plugin seo-friendly sono in grado di ottimizzare le prestazioni di un sito web, sono fondamentali per ogni webmaster, in quanto consentono di migliorare il traffico di visite e di aumentare prestigio e autorevolezza delle pagine, a condizione, tuttavia, che le estensioni vengano implementate subito dopo l’installazione del vostro Cms.

Se temete che questa operazione sia troppo costosa, vi sbagliate di grosso! La maggior parte dei plugin che vi segnaliamo, infatti, sono totalmente gratuiti o costano solo pochi dollari.

1 – a3 Lazy Load – Gratuito

Lazy Load è un plugin particolarmente adatto per quei blog ricchi di immagini e di contenuti. Riportiamo di seguito 5 buoni motivi per installare Lazy Load sul vostro sito:
a) consente di migliorare le performance del vostro sito e di velocizzarne i tempi di caricamento. Esso si basa su un meccanismo piuttosto semplice, ovvero non carica contemporaneamente tutte le immagini presenti, ma lo fa man mano che il lettore scorre la pagina.
b) Lazy Load è in grado di ridurre in maniera significativa la larghezza di banda generata dal vostro sito web. A tal proposito ricordiamo che maggiore sarà la larghezza di banda e maggiori saranno i costi mensili del vostro sito web.
c) Lazy Load carica le immagini in qualsiasi punto del sito web: sidebar, idebar, widgets, featured post images, gravatars, ecc.
d) Lazy Load può essere utilizzato anche pe caricare file video;
e) Lazy Load consente, pertanto, di migliorare in maniera significativa l’esperienza di navigazione di tutti coloro che visitano il vostro spazio web.

2 – Akismet – Gratuito

Akismet consente di filtrare i commenti al vostro blog, comunicandovi se rientrano nella categoria spam o se invece si tratta di messaggi legittimi. Akismet, uno dei plugin più scaricati per contrastare le attività di spamming, agisce in maniera piuttosto semplice; esso, infatti, invia i dati del commento ai server di Akismet, i quali, tramite degli appositi algoritmi, individuano se esso sia stato generato da un sistema automatizzato per lo spam.

3 – Anti-Spam by CleanTalk – 8 dollari all’anno

Similmente al plugin descritto al punto 2, anche Anti-Spam by CleanTalk è un efficace filtro per arginare le attività di spamming, con la differenza che esso agisce a più ampio raggio: mentre Akismet elimina solo i commenti di spam sul blog, Anti-Spam by CleanTalk contrasta a 360° tutte le incursioni da parte degli spammer (messaggi di spam tramite il form dei contatti, commenti di spam, registrazioni false al sito, ecc). Altro aspetto positivo di questo plugin è che esso farà tutto da solo, senza la necessità che venga inserito un captcha.

4 – Better WordPress Minify – Gratuito

WordPress Minify è un plugin finalizzato a migliorare le prestazioni del Cms, velocizzando i tempi di caricamento delle pagine. Caratterizzato da un’interfaccia piuttosto intuitiva, esso permette di visualizzare tutti i file CSS e JS che vengono caricati nelle pagine del sito e di scegliere se escluderli dal minify o se collocarli nel footer.

5 – Google XML Sitemaps – Gratuito

Google XML Sitemaps è fondamentale per migliorare l’indicizzazione e la visibilità del vostro sito web in Google. Si tratta, infatti, di un file in formato .XML, generato da un apposito plugin, che consente al webmaster di segnalare ai motori di ricerca tutte le pagine del proprio sito web, in modo tale che che i loro bot possano verificarle singolarmente, scansionarle e subito dopo indicizzarle.

6 – Social Share & Locker – 18 dollari all’anno

Questo plugin consente al vostro sito web di essere il più social possibile, caratteristica indispensabile ai nostri giorni per ottenere popolarità e visibilità. In particolare Social Share & Locker permette di collocare pulsanti sociali in qualsiasi parte del sito (all’inizio e alla fine di un articolo, in un box fisso ai lati delle pagine, in una finestra pop-up, nella barra laterale, ecc.) , spingendo, in tal modo, i lettori alla condivisione su tutti i principali social network (Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus, LinkedIn, Pinterest, ecc.).

7 – Inline Related Posts – Gratuito o 27 dollari all’anno

È un plugin che consente di mostrare ai visitatori del proprio sito tutti gli articoli correlati a un certo post, creando una sorta di archivio virtuale dei testi pubblicati su un determinato argomento. La differenza tra la versione gratuita e quella premium consiste nel fatto che quest’ultima consente l’inserimento di un numero di link illimitato.

I motivi per cui si dovrebbe installare questo plugin sono i seguenti:

a) riduce il numero di visite di rimbalzo (bounce rate) ovvero quelle che si limitano alla visualizzazione di un’unica pagina del vostro sito. Con Inline Related Posts, infatti, è possibile conquistare l’utente offrendogli la possibilità di leggere articoli inerenti a un argomento che, presumibilmente, gli interessa;

b) Inline Related Posts individua gli argomenti correlati a un dato post sia in base ai tag che in base alle categorie;
c) consente all’utente un elevato livello di personalizzazione rispetto al modo in cui i link appaiono sul sito.

8 – iThemes Security – Gratuito

Questo plugin consente di aumentare la sicurezza di WordPress che, come sappiamo, è uno dei principali bersagli degli hacker. In particolare esso consente di ridurre le più importanti falle di WP. Facile da installare e da configurare, iThemes Security individua le principali vulnerabilità di WordPress e vi consente di risolverle in pochi click.

I motivi più importanti per cui si dovrebbe installare questo plugin sono i seguenti:
a) rappresenta attualmente la soluzione più efficace per blindare un sito WP, in quanto le funzioni del plugin lo tutelano dalla maggior parte degli attacchi e delle minacce messi a punto dai pirati informatici;
b) offre la possibilità di effettuare un’autenticazione a due fattori, ovvero un metodo che si fonda sull’utilizzo congiunto di due tipi di autenticazione individuale, al fine di tutelare in maniera più efficace i dati di accesso al proprio sito web;
c) pianifica quotidianamente una scansione dei file per individuare gli eventuali malware presenti;
d) è un ottimo rimedio per contrastare i cosiddetti attacchi brute-force (o forza bruta), ovvero quelli mirati a decifrare le password dell’utente;
e) iThemes Security effettua un backup del vostro sito web (sarà sufficiente cliccare la voce “Enable Database Backup” e, in seguito “Save Locally and Email”, cosicché, qualora il database risulti compromesso, non rischierete di perdere tutti i file a esso relativi.

9 – BizPanda – 48 dollari

Questo plugin consta di due parti: Social Locker (25 dollari) e Opt-In Panda (23 dollari). Il primo consente di intensificare l’attività social di un sito web, mentre il secondo provvede a nascondere o a offuscare i contenuti premium (download, sconti, video, ecc.) del sito stesso e in seguito a chiedere al visitatore di inserire il proprio indirizzo mail al fine di sbloccarli.

In altri termini Opt-In Panda mira a trasformare dei semplici visitatori del sito in abbonati. Ecco i principali motivi per cui è opportuno e conveniente installare questo plugin:
a) favorisce la condivisione sociale dei contenuti di un sito web;
b) consente di aumentare il numero di destinatari della propria mailing list;
c) contribuisce ad aumentare il numero di follower sulle pagine social.
10 – Q2W3 Fixed Widget – Gratuito
Si tratta di un plugin piuttosto utile che consente di mantenere fissa la posizione di uno o di più widget nella barra laterale, anche quando viene effettuato lo scrolling di un testo o di un’immagine.

11 – ThirstyAffiliates

Questo plugin è un ottimo strumento per gestire i link di affiliazione, che, grazie a esso, possono essere inseriti molto facilmente nel sito web ed essere suddivisi in categorie per organizzare al meglio le reti di affiliazione.

12 – Thrive Leads – 67 dollari

Thrive Leads, che è caratterizzato da un design accattivante e molto accurato, è un ottimo strumento per sviluppare una efficiente email list per il proprio sito web, al fine di convertire le visite in contatti e in vendite. Si tratta, dunque, di un Opt-In plugin in grado di realizzare una valida strategia di email marketing, incrementando in maniera significativa il tasso di conversione

.
13 – WP-Optimize – Gratuito

Questo plugin, che è scaricabile dalla directory ufficiale del CMS, consente di ottimizzare con un semplice click il database di WordPress Mysql. In particolare esso effettua, a intervalli di tempo predeterminati, delle azioni di pulizia delle tabelle del database, liberandole da tutti gli elementi inutili e ingombranti (spam, commenti non approvati, trackbacks, ecc.). In questo modo si contribuirà a velocizzare il sito, riducendo il tempo di caricamento di ogni singola pagina.

15 – Yoast SEO – Gratuito

Si tratta di un plugin essenziale per l’ottimizzazione del sito web sui motori di ricerca. Principali motivi per cui è importante installare questo strumento:
a)  aiuta a gestire e forzare  Titoli e metadati per ottimizzare ogni singolo contenuto
b) crea le Sitemap XML del  sito
c) favorisce il collegamento ai vostri profili social.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa raccolta di plugin per WordPress. Come hai visto, gli strumenti inclusi in questa lista permettono di implementare moltissime funzionalità diverse.

Se desideri provarli subito, prova gratuitamente (per 15 gioni) uno nostro spazio web, avrai subito accesso al panello di amministrazione cPanel e grazie a Softaculous potrai installare WordPress in meno di un minuto.

installare-wordpress

I commenti sono chiusi.

Ultime News

Addio Whois

Il protocollo Whois, che, grazie a un apposito database consente di individuare il titolare di un dominio o un indirizzo IP, i dati relativi al registrar e la data di scadenza del …

Top